Investire al ribasso attraverso semplici strumenti SHORT

Feb 7, 2024Frontiera dei rendimenti

Gli ETF SHORT, noti anche come ETF inversi o bearish, sono strumenti finanziari che mirano a generare rendimenti opposti a quelli di un indice o di un benchmark di riferimento. Questo significa che se l’indice di riferimento perde valore, l’ETF SHORT dovrebbe guadagnare valore, e viceversa. Questi ETF sono progettati per investitori che prevedono un calo dei mercati o specifici settori e desiderano trarre profitto da queste previsioni senza dover vendere allo scoperto direttamente azioni o indici. Ecco come funzionano:

1. **Meccanismo di Funzionamento**: Gli ETF SHORT utilizzano strumenti derivati come i contratti per differenza (CFD), i futures e le opzioni per ottenere l’esposizione inversa al rendimento di un indice o di un asset. Quando l’indice di riferimento cala, il valore degli strumenti derivati utilizzati dall’ETF aumenta, permettendo così all’ETF SHORT di guadagnare valore.

2. **Leva Finanziaria**: Molti ETF SHORT applicano una leva finanziaria, che significa che cercano di moltiplicare i rendimenti inversi dell’indice di riferimento. Ad esempio, un ETF SHORT con una leva di 2x mira a generare il doppio del rendimento inverso giornaliero dell’indice di riferimento. Tuttavia, la leva aumenta anche il rischio di perdite in caso di movimenti di mercato contrari alle previsioni.

3. **Ribilanciamento Giornaliero**: Gli ETF SHORT spesso ribilanciano la loro esposizione giornalmente per mantenere il livello desiderato di esposizione inversa. Questo ribilanciamento quotidiano può portare a discrepanze nei rendimenti attesi se l’ETF viene tenuto per periodi più lunghi di un giorno, a causa dell’effetto della volatilità giornaliera sul rendimento composto.

4. **Rischi e Considerazioni**: Sebbene gli ETF SHORT possano offrire opportunità di profitto in mercati in calo, presentano rischi significativi. La perdita potenziale può essere elevata, soprattutto se l’ETF è leveraged. Inoltre, a causa del ribilanciamento giornaliero e dell’effetto della volatilità, i rendimenti su periodi più lunghi possono divergere significativamente dai movimenti inversi singoli giornalieri dell’indice di riferimento.

5. **Utilizzo**: Gli ETF SHORT sono comunemente utilizzati per la copertura, permettendo agli investitori di proteggere il valore dei loro portafogli da potenziali cali di mercato. Possono essere anche usati per speculare sul calo dei prezzi di specifici mercati o settori. Tuttavia, data la loro complessità e i rischi associati, sono generalmente considerati più adatti a investitori esperti.

In sintesi, gli ETF SHORT offrono un mezzo per scommettere contro il mercato o specifici settori, ma richiedono una comprensione approfondita del loro funzionamento e dei rischi associati. Gli investitori dovrebbero considerare attentamente la propria tolleranza al rischio e gli obiettivi di investimento prima di includere questi strumenti nei loro portafogli.

Se sei interessato puoi fissare una call con noi per ricevere gratuitamente una consulenza preventiva su questo ed altri argomenti.

Ricorda che gli investimenti comportano sempre un certo grado di rischio, e non esiste una strategia che garantisca profitti sicuri. È importante adottare un approccio equilibrato, diversificato e adattato alle tue esigenze finanziarie specifiche. Inoltre, consulta sempre un professionista finanziario per ottenere consigli personalizzati in base alla tua situazione.

  • Se vuoi saperne di più puoi leggere il libro che ho scritto proprio su questi argomenti cliccando qui: La finanzata ideale

 

“Quest’articolo è stato scritto a titolo esclusivamente informativo; non costituisce sollecitazione, offerta, consigli, consulenza o raccomandazione all’investimento in quanto tale non vuole incentivare in nessun modo l’acquisto di assets. Ricordo che qualsiasi tipo di assets, viene valutato da più punti di vista ed è altamente rischioso e pertanto, ogni decisione di investimento e il relativo rischio rimangono a carico dell’investitore”

 

 

Related Blogs