Il Private Insurance e i suoi vantaggi

Nov 24, 2023Fiscalità, Protezione Patrimoniale

La gestione interna ad un conto di Private Insurance funziona in modalità LORDISTA. Significa che tutto ciò che avviene all’interno del “dossier titoli” viene considerato patrimonio separato e fiscalmente neutro.

Se per esempio abbiamo attività finanziarie di diversa natura (fondi, etf, azioni, obbligazioni), i risultati negativi o positivi del singolo strumento, si compensano a livello del calcolo della plusvalenza tassabile.

Una volta effettuato il calcolo della plusvalenza, questa entra in una sospensione di imposta perchè verrà applicata solo quando si liquiderà tutto o quota parte il contratto complessivo assicurativo.

Un vantaggio davvero enorme perchè significa reinvestire, dopo una vendita in guadagno per esempio, anche la parte fiscale che non viene versata ma sospesa per il futuro.

Per l’interesse composto e la sua “potenza” questo ambiente è l’ideale.

Quindi:

I vantaggi fiscali associati a un conto di assicurazione privata possono variare in base alla giurisdizione e alle leggi fiscali locali. Tuttavia, generalmente, i conti di assicurazione privata possono offrire alcuni vantaggi fiscali. Di seguito sono elencati alcuni elementi comuni che potrebbero essere considerati vantaggi fiscali in relazione ai conti di assicurazione privata:

1. **Deferral dell’imposta sul reddito:** In molte giurisdizioni, i proventi accumulati all’interno di un contratto di assicurazione possono beneficiare di una tassazione differita. Ciò significa che l’imposta sul reddito sugli interessi, i dividendi o i guadagni di capitale realizzati all’interno del conto viene posticipata fino a quando non vengono effettivamente prelevati.

2. **Esenzione da tasse alla morte:** I benefici della polizza assicurativa possono essere esentasse alla morte del titolare del contratto. Ciò significa che i benefici della polizza possono essere pagati ai beneficiari senza incorrere in imposte ereditarie.

3. **Piani di Risparmio Pensionistico:** In alcune giurisdizioni, i conti di assicurazione possono essere utilizzati come veicoli di risparmio pensionistico. I contributi effettuati possono beneficiare di vantaggi fiscali, e i prelievi durante la pensione possono essere soggetti a tassazione ridotta rispetto ad altri redditi.

4. **Tassazione agevolata sui prelievi:** Alcuni conti di assicurazione offrono la possibilità di prelevare denaro sotto forma di prestito, evitando così l’imposta sul reddito ordinaria. Tuttavia, è importante notare che questa opzione può variare a seconda della giurisdizione e delle condizioni specifiche del contratto.

5. **Esenzione da imposte sulle plusvalenze:** In alcuni casi, i guadagni di capitale all’interno di un contratto di assicurazione possono essere esentasse. Ciò significa che se si vende un investimento all’interno del conto e si realizzano guadagni, tali guadagni potrebbero essere esenti da imposte.

6. **Pianificazione Fiscale Successoria:** Un conto di assicurazione privata può essere utilizzato come parte di una strategia di pianificazione fiscale successoria per trasmettere il patrimonio in modo efficiente dal punto di vista fiscale.

È fondamentale consultare un professionista fiscale o un consulente finanziario per ottenere informazioni specifiche sulla tua situazione e sulla legislazione fiscale nella tua giurisdizione. Le leggi fiscali possono variare notevolmente, e la strutturazione di conti di assicurazione privata dovrebbe essere fatta in modo consapevole e conforme alle normative locali.

 

  • Se vuoi saperne di più puoi leggere il libro che ho scritto proprio su questi argomenti cliccando qui: La finanzata ideale

 

“Quest’articolo è stato scritto a titolo esclusivamente informativo; non costituisce sollecitazione, offerta, consigli, consulenza o raccomandazione all’investimento in quanto tale non vuole incentivare in nessun modo l’acquisto di assets. Ricordo che qualsiasi tipo di assets, viene valutato da più punti di vista ed è altamente rischioso e pertanto, ogni decisione di investimento e il relativo rischio rimangono a carico dell’investitore”

Related Blogs